Passa al contenuto principale

Dal 2001 l’Emilia-Romagna ha perso più di 1.500 posti letto, ma Reggio è passata indenne attraverso questa cura dimagrante perchè aveva già riorganizzato. Niente tagli neppure nei prossimi due anni, quando in regione spariranno altri mille posti.

Il braccio destro di Renzi Graziano Delrio a Festareggio interviene sulla manovra: ‘Dobbiamo spendere meno e riorganizzare la pubblica amministrazione – dice il sottosegretario alla presidenza del consiglio -. Le risorse risparmiate serviranno per gli investimenti’.

Tutto pronto all’ex Giglio per il trofeo Tim: dalle 20.45 Juventus, Milan e Sassuolo scenderanno in campo davanti a 18mila spettatori. Tanti i tifosi che hanno accolto i campioni d’Italia e i giocatori rossoneri al loro arrivo a Reggio.

Folla nella chiesa della Pieve a Castelnovo Monti per i funerali di Andrea Germini, ucciso lunedì al Pianello. Commozione e smarrimento tra la gente. L’omelia di don Margini: ‘Siamo circondati dalla violenza’.

Nella nostra provincia cresce il numero di agricoltori che coltivano questo frutto originario dell’Emisfero australe. Ne parliamo questa sera alle 21 in Agrisette.

Franco Bassi lascia la guida del circolo Fuori Orario di Gattatico: ‘Sono stanco – dice – e voglio dedicare più tempo alla mia famiglia’. In questi giorni sta presentando il suo libro in giro per l’Italia.

Uno studio della Camera di Commercio evidenzia che le aziende meccaniche reggiane faticano a trovare disegnatori tecnici, addetti al controllo qualità e programmatori. Ma l’esperto spiega: ‘Il problema è che molte imprese non fanno più formazione, vogliono persone operative in poche settimane’

Imprese reggiane preoccupate per il perdurare o l’estendersi dei conflitti in Ucraina e in Medioriente. Ai paesi di queste aree venduti nel 2013 prodotti per oltre mezzo miliardo di euro. In testa metalmeccanica e tessile-abbigliamento. Russia, Israele e Libia i principali acquirenti.

Il presidente del Consorzio vini reggiani Davide Frascari commenta la truffa da 28 milioni di euro smascherata dai carabinieri del Nucleo antifrode: ‘Nessun rischio per i consumatori, il prezzo – dice – lo pagheranno i viticoltori e cantine locali’.